Logo
  Notizie     
 
             
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 79
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Partner


Preferiti

Versioni

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
Convegno: Aldo Moro nell'Italia contemporanea. Intervista al Professor Daniele De Luca
Inserito il 28 novembre 2008 alle 09:46:00 da redazionekayenna. IT - ARTE & CULTURA
Indirizzo sito : Convegnomoro










Convegno: Aldo Moro nell'Italia contemporanea.

Università degli Studi del Salento
12-13 giugno 2008

LUISS Guido Carli
4-5 dicembre 2008

La prematura e violenta scomparsa di Aldo Moro ha segnato la vita di molti italiani. Chi allora era appena un bambino ricorda le strade deserte, i mormorii dei genitori, l'attesa di una violenta reazione della società civile. Ricorda soprattutto lo sgomento di tanti uomini e donne che pensavano non fosse possibile attaccare, rapire e uccidere un politico come Moro pronto al dialogo, al rinnovamento.

Lo statista viene ricordato, oggi, con un Convegno dal titolo Aldo Moro nell'Italia Contemporanea, organizzato dal Dottorato in Storia delle Relazioni e delle Organizzazioni Internazionali, dell'Università del Salento, e dalla LUISS Guido Carli.


Tra poco più di una settimana prende il via la seconda sessione del Convegno di Studi dedicato ad Aldo Moro volto a tracciare un primo bilancio storiografico sull’attività politica dello statista pugliese. Ne parliamo con il Prof. Daniele De Luca dell’Università del Salento, tra i promotori del progetto.

Professor De Luca, la prima sessione svoltasi a giugno ha tracciato l’impegno politico di Aldo Moro nel contesto internazionale, in un arco di tempo che va dal 1959 al 1974, quali sono stati i tratti salienti dell’operato di Moro?

Caratteristica fondamentale della sua azione è stato l'atlantismo o, ancor di più, il cosiddetto neoatlantismo. Cioè il tentativo dell'Italia di proporsi ai paesi del teatro mediterraneo e mediorientale come un interlocutore privilegiato, senza però trascurare la tradizionale amicizia ed alleanza con gli Stati Uniti.

Tra qualche giorno prenderà il via la seconda sessione del Convegno dedicata alla politica interna di Aldo Moro, che coprirà tutta l’attività dello statista sino al sequestro e al suo triste epilogo. Quanto, a suo parere, e con tutte le differenze del caso, a partire dalla difficile condizione in cui si trova la sinistra italiana, è ancora oggi valida l’idea di Moro della necessità di un’ampia convergenza tra le diverse forze politiche al fine di aiutare il paese, il cosiddetto compromesso storico?

Naturalmente, nel contesto odierno - e la quasi scomparsa delle ideologie classiche - non possiamo più parlare di compromesso storico. Però, in considerazione della particolare situazione economica che colpisce il mercato globale, sarebbe il caso di "riesumare" un vecchio ossimoro del Presidente Moro, quello delle "convergenze parallele": cioè cercare di trovare quanto meno un punto di equilibrio tra le diverse forze politiche nel tentativo di supportare la nostra economia.

Grazie e buon lavoro.

Buon lavoro a voi.

Per ulteriori informazioni sul Convegno:

http://www.convegnomoro.net

beatrice benocci

Torna indietro

 
Club Kayenna
 
Utenti: 1132
Ultimo iscritto : s63dau095
Lista iscritti


Quick Chat

Partner

Partner

Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 -- -- -- -- --


 
 © Kayenna schegge metropolitane aut.trib.sa. N°981 24/04/1997 dir. M.Guarini 
Based on Asp Nuke project