Logo
  Notizie     
 
             
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 115
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Partner


Preferiti

Versioni

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
IL DJ ANICETO A GIOVANARDI: NESSUN LOCALE ESPORRA' LA TABELLA ANTIALCOOL
Inserito il 23 settembre 2008 alle 15:40:00 da kayenna. IT - ATTUALITA': News dall'Italia e dal mondo

Il Dj Aniceto, uno dei dj italiani più impegnati nel sociale, già testimonial di una campagna antidroga in onda anche su Rai 3 prodotta dalla 1' web tv in streaming italiana www.kayenna.it , lanciato mediaticamente da Piero Chiambretti a Markette e visto all'ultimo Festival di Sanremo su Rai 1 nei panni di dj opinionista antidroga ed attualmente in pista con un'originale campagna antidroga on line di successo attraverso il suo blog www.myspace.com/djaniceto : Interviene sulle tabelle antiincidenti che da oggi verranno esposte nei pub e nei locali notturni:

"Apprezzo e stimo molto lo sforzo di Giovanardi, ma penso che le tabelle antialcool non avranno molto successo" - afferma Aniceto - "Con la crisi che c'è nei locali notturni dove quasi nessuno più paga il biglietto d'ingresso. L'economia di questi locali si regge solo sulla vendita dei drinks. Penso che nessun gestore di locale esporrà questi 'poster' in maniera visibile, anche perchè intaccherà l'impostazione 'fashion' di molti locali chic. Non mi vorrei sbagliare ma già me li vedo fare tappezzeria nei bagni. Mi piacerebbe che comunque queste tabelle siano esposte dappertutto anche nei supermercati, negli autogrill e nei ristoranti, e non solo ghettizzati nei pub e nelle discoteche. La lotta alla droga e l'alcool deve iniziare dalla famiglia. Dovrebbe esistere una scuola per i genitori per educare bene i figli. Nelle disco mi è sempre capitato di vedere diciottenni pieni di soldi e con macchine potenti. E da dove vengono queste cose, se non dai genitori? Sono invece a favore centomila volte con i test antidroga e alcool sulla strada, e i test per prendere la patente. la cosiddetta campagna antidroga al volante. I test antidroga sono un'atto di civiltà e rispetto verso la vita altrui. perchè il semplice 'Vivere' è l'emozione più forte che si possa provare. Dovrebbe essere anche capillare la presenza della polizia stradale e giustamente dei test antidroga e alcool nelle vicinanze delle discoteche e nei centri con un grande numero di bar dove folleggiano gli happy hour, ma potrebbe funzionare sicuramente da deterrente anche solo la presenza della polstrada per prevenire e sedare anche le tante risse che succedono per un nonnulla. E' urgente a questo punto l'intervento dello stato per estendere i test in tutta Italia, con una legge nazionale e severa. laddove non arrivano i genitori deve intervenire lo stato e la scuola. E i giovani hanno bisogno di punti riferimento. Io sono per le maniere forti. Ma deve essere una lotta comune. Tutti dobbiamo lottare con ogni mezzo, affinche una persona non si avvicini proprio alla droga e all'alcool, diffondendo l'amore per la famiglia e i sani valori, ed iniziando dalle scuole, fino ad adesso purtroppo latitanti, e come nel mio caso, da internet e dalle discoteche, 'gli unici centri di aggregazione giovanili'. Ma bisogna fare presto. Dopo, non serve essere duri quando ci sono di mezzo i morti,

Torna indietro

 
Club Kayenna
 
Utenti: 1132
Ultimo iscritto : s63dau095
Lista iscritti


Quick Chat

Partner

Partner

Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --


 
 © Kayenna schegge metropolitane aut.trib.sa. N°981 24/04/1997 dir. M.Guarini 
Based on Asp Nuke project