Logo Master Stage
  Notizie     
 
             
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 57
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Partner


Preferiti

Versioni

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
FESTIVAL DELLE CULTURE GIOVANI
Inserito il 05 maggio 2007 alle 10:51:00 da beatrice. IT - ARTE & CULTURA
Indirizzo sito : Festivalculturegiovani


Festival delle Culture Giovani
Salerno, 4-12 maggio 2007


Incontro con Giorgio Pasotti e Alessandro Angelini

Al festival per ricevere il premio Linea d’Ombra per il film L’aria salata, il regista Angelini e l’attore Pasotti lanciano un proposta-provocazione: non solo film “liceali” ma anche sociali, impegnati, italiani.


Il film “L’aria salata” è una delle opere prime più interessanti della stagione. Nato dalla volontà della produttrice Donatella Botti, il film ha vissuto tutte le difficoltà di una produzione low cost. Ricorda Angelini che, spesso, vi era la sensazione di poter fermare la lavorazione da un momento all’altro. Anche nella fase di distribuzione i problemi non sono mancati. Il film però ha saputo trovare una strada preferenziale verso il pubblico, anche attraverso il passa parola, sino ad incontrare il favore della critica che, come ricorda il regista, ha visto il film più come spettatore che non come critico.
I problemi del cinema, ha sottolineato Angelini, stanno a monte e a valle del film. Del resto, ha ricordato Pasotti, anche un grande regista come Mario Monicelli ha trovato grande difficoltà a portare a termine il suo film “Le rose nel deserto”.
In realtà, hanno continuato Angelini e Pasotti, oggi c’è troppa vicinanza tra cinema e televisione, manca la voglia di sperimentare, anche e soprattutto per quel cinema che narra del nostro sistema sociale. Troppe sono le pellicole che non arrivano mai nelle sale. Ed è uno scandalo che il David di Donatello sia andato al film “Notte prima degli esami” e che a Cannes non vi siano in concorso film italiani. Se da un lato il sistema cinema può e deve essere contento dei risultati ottenuti da film, come “Notte prima degli esami” e “Tre metri sopra il cielo”, questo non deve imporre un tipo di cinema sempre uguale a se stesso. L’ideale sarebbe avere produttori che reinvestono risorse anche i progetti sperimentali o di cinema sociale, come del resto avviene in Francia dove gli autori sono fortemente tutelati. Altrimenti per lo spettatore non vi sarebbe più differenza tra cinema e televisione.

L’aria salata

Opera prima di Alessandro Angelini, narra dell’incontro tra un educatore, interpretato da Giorgio Pasotti, che lavora al graduale reinserimento psicologico dei detenuti, e suo padre. Nel corso di questa sua attività l’educatore si imbatte nel padre, omicida, che aveva interrotto ogni contatto con la famiglia 20 anni prima. Un confronto serrato tra due uomini, uno intriso di idealismo, l’altro duro e mai domato dal carcere.

Giorgio Pasotti

Il suo primo ruolo da protagonista è con il film “I piccoli maestri” di Lucchetti, che come ricordato in conferenza stampa, è il film a cui è rimasto molto legato per il tema trattato e per la responsabilità di portare sul grande schermo temi importanti ed esperienze vissute. Segue il film di Muccino “Ecco fatto”. Poi l’incontro con il grande pubblico con la fiction “Distretto di polizia”. Seguono, nel 2003 il film di Ferrario, “Dopo Mezzanotte”, e quello di Cappuccio “Volevo solo dormirle addosso”. Nel 2006 interpreta la parte di un uxoricida in “Quale amore” di Sciarra, di un tenente ne “Le rose nel deserto” di Monicelli e di educatore nel film di Angelini “L’aria Salata”. L’ultima fatica di Pasotti, che si definisce un artigiano del cinema che affina la sua arte con un rigoroso allenamento, è il film di Andrea Manni, attualmente nelle sale, “Voce del verbo amore”.


Alessandro Angelini

Angelini arriva al cinema partendo dalla fotografia. Fotoreporter, poi assistente-aiuto di Moretti, Calopresti, Comencini. I suoi primi documentari affrontano tematiche globali: Sopravvivere allo sviluppo 1997, What’s globalizzazione? 1998, Ragazzi del Ghana, 2005. Prima del film “L’aria salata” ha girato in Nicaragua “El barillete”.

beatrice benocci

Torna indietro

Commenti
1 Commento
Inserito il 22 maggio 2007 alle 16:47:32 da angi.  0/5
 
bellissimo articolo!sono felice che tu abbia ricordato"Piccoli maestri" un film che io ho adorato, ma che viene troppo poco menzionato

 
Club Kayenna
 
Utenti: 1132
Ultimo iscritto : s63dau095
Lista iscritti


Quick Chat

Partner

Partner

Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 -- -- -- --


 
 © Kayenna schegge metropolitane aut.trib.sa. N°981 24/04/1997 dir. M.Guarini 
Based on Asp Nuke project