Logo
  Notizie     
 
             
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 77
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Partner


Preferiti

Versioni

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
FILIPPO RACITI : UNO DI NOI NON CE L'HA FATTA A TORNARE A CASA
Inserito il 05 febbraio 2007 alle 11:16:00 da angi. IT - ATTUALITA': News dall'Italia e dal mondo

Dal sito della polizia di stato:
"Il 2 febbraio č stato un gran brutto
giorno. Uno di noi non ce l'ha fatta a tornare a casa dal servizio. Morire č sempre ingiusto ma in quel modo č anche assurdo. E' vero, noi abbiamo l'obbligo giuridico di esporci al pericolo. Perņ era solo una partita. Ora il calcio si ferma ma la Polizia no. Non puņ e non deve,
c'č del lavoro da fare. Lasciateci perņ salutare Filippo e poi torneremo come sempre su strada".


VOGLIAMO CHE MAI PIU' ACCADANO COSE SIMILI:
Immagini tratte dal circuito SKY


 

EMBED :

Torna indietro

Commenti
1 Commento
Inserito il 06 febbraio 2007 alle 10:54:31 da gabro.  0/5
 
allora................ secondo me ci sono da dire due cose: la prima e più importante è il mio cordoglio vs la fam Raciti. sono momenti difficili per i due ragazzini e spero che lo stato e la lega calcio nn si dimentichi troppo velocemente questo innocente viso.
la seconda, che mi sconvolge fino a farmi inorridire, è la seguente:
anzi........ domanda; secondo voi esistono esseri umani di "serie A" e di "serie B"? vi starete domandando cosa centra tutto ciò con la vicenda accaduta sabato notte! un piccolo nesso c'è; nella giornata domenicale di due settimane fa due squadre di TERZA CATEGORIA si stavano affrontando in una dura battaglia sportiva su un campetto polveroso nella provincia di MESSINA. Mai nessuno avrebbe pensato che presto quell innoquo campo si sarebbe trasformato in un campo di battaglia, e come si sa ogni campo di battaglia reclama il suo prezzo da pagare; ...... a volte gli ci si lascia il nervoso per un gol sbagliato o un rigore allo scadere, a volte gli si lascia un menisco o una gamba rotta, si.... perchè il calcio è uno sport da duri, MA MAI ERA STATA LASCIATA UNA VITA SU QUEL CAMPETTO POLVEROSO. purtroppo................ c'è sempre una prima volta!
e davanti a questa tragedia lo stato cosa ha fatto?
davanti a questo tragico epilogo la lega calcio come è intervenuta?
.........IL NULLA....... una semplice letterina di condoglianze ai famigliari e chi s'è visto s'è visto.
solo che due settimane dopo è successo quello che sopra potete vedere............. e si sa il male lo si trova in grande proporzione, ma molto più spesso è in piccole situazioni che esprime tutta la sua ira.............
Ora, logicamente stò parlando con il senno di poi, nn poteva essere un monito di quello che l'Italia calcistica cova in grembo?
e forse nn dovevamo fermare i campionati e tutto il"GIOCATTOLO" due settimane fa? quando in silenzio i famigliari hanno sofferto la morte di un dirigente di terza categoria, ma che in primis era un uomo, un marito, un padre? NON BASTAVA LA VITA DI UN SIGNORE APPASSIONATO DI UNO SPORT CHE GLI HA DATO LA MORTE, A FARCI FERMARE A RIFLETTERE?............................
evidentemente NO. il "SIGNOR DENARO" HA DECISO CHE IL PREZZO DI UNA VITA NN ERA SUFFICIENTE; IL SIGNOR DENARO HA DECISO CHE BISOGNAVA METTERE A FUOCO E FIAMME UNA CITTA'PER POTER SODDISFARE LA SUA SETE.....
Proprio come successe a Ganova per il G8, solo che lì fu Carlo Giuliano a nn vedere più l'alba........

quindi verrebbe da dire POLIZIA 1 - RIVOLTOSI 1. ....................
PROPRIO COME AVEVA PREVISTO IL DIO DENARO!

 
Club Kayenna
 
Utenti: 1132
Ultimo iscritto : s63dau095
Lista iscritti


Quick Chat

Partner

Partner

Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --


 
 © Kayenna schegge metropolitane aut.trib.sa. N°981 24/04/1997 dir. M.Guarini 
Based on Asp Nuke project