Logo
  Notizie     
 
             
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 35
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Partner


Preferiti

Versioni

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'
Ambiente

Torna indietro

Notizie - Sottocategorie
SALUTE (6) SOCIALE (7)


La Russia a confronto con il XXI Secolo
Inserito il 21 maggio 2010 alle 22:57:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'

La Russia a confronto con il XXI Secolo

Incontro con Sergey Baburin, Rettore della RUTSE (Russian State University of Trade and Economics) - Facoltà di Scienze Politiche, Università di Salerno
19 maggio 2010

risorse energetiche, materie prime, sicurezza internazionale, scambi culturali e partnership con i paesi europei, questi alcuni dei temi affrontati da Baburin nell'interessante incontro con gli studenti salernitani

Prima di addentrarci nelle tematiche che hanno caratterizzato la conferenza tenuta da Baburin pochi giorni fa a Salerno, due parole sull'uomo. Appena cinquantenne, già rettore dell'Università di Mosca, ex deputato, sostenitore di Putin, non estimatore di Gorbaciov, Baburin entra subito in sintonia con la platea di studenti, esperti e docenti, affermando che tutto ciò che ha fatto e tutto ciò che dirà è passione. Sicuramente una grande passione per la politica che lo porta appena trentenne dalla lontana Siberia al parlamento sovietico, dove è tra gli oppositori di Eltsin. Ma chiarisce subito che non sopporta Gorbaciov. I motivi? L'uomo sovietico più amato in occidente, a suo dire, è colpevole per aver permesso il disfacimento dell'URSS. E la passione traspare ancora: che cosa è la Russia? Domanda al suo pubblico. La Russia, dice Baburin, non è semplicemente una federazione russa, è un sistema di civilizzazione, è un insieme di stili di vita, di tradizioni, di vicende storiche, caratterizzato dalla lingua russa e dalla religione ortodossa. La Russia è un continuum sostiene Baburin, essa è esistita per secoli come tale, poi come URSS, e oggi è di nuovo Russia. Il crollo dell'URSS è stato il crollo della Russia. Ed è bene sapere che Baburin fu tra i pochi a votare contro il dissolvimento dell'URSS.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (436 parole)

Questione meridionale, Chiesa e politica. Il documento della CEI sul Mediterraneo
Inserito il 15 maggio 2010 alle 10:57:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'
Indirizzo sito : Unisa


Convegno
Questione meridionale, Chiesa e politica, Il documento della Conferenza episcopale italiana sul Mezzogiorno

Facoltà di Scienze Politiche, Università di Salerno
mercoledì 12 maggio 2010










E' ancora attuale, oggi, parlare di questione meridionale? E in che modo? Questo il quesito posto dal Convegno svoltosi presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Salerno, a cui hanno preso parte, tra gli altri, Monsignor Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari e l'Onorevole Antonio Bassolino, Fondazione SUDD.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (824 parole)

DIPLOMAZIA CULTURALE e soft power
Inserito il 30 aprile 2010 alle 18:04:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'

Diplomazia Culturale e Soft power

Simposio - Diplomazia Culturale
29 aprile ore 10.00 - Aula Magna
Università degli Studi di Salerno

La cultura, e con essa i processi di conoscenza, quale strumento possibile di dialogo tra i popoli, in grado di modificare gli scenari internazionali ed operare per la pace mondiale. Questo in sintesi il tema portante del Simposio offerto agli studenti e agli studiosi dell'Università degli Studi di Salerno.

Alla tavola rotonda erano presenti Vincenzo Pascale della Rutgers University, Stefania Giannini Rettrice dell'Università per stranieri di Perugia, Paolo Macry dell'Università Federico II di Napoli, Luigino Rossi, Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Salerno, Ivano Russo, Direttore della Fondazione MezzogiornoEuropa.

L'idea nasce dalla lunga esperienza di vita e professionale del Prof. Pascale, ormai da diciassette anni in America, e ruota intorno alla possibilità di creare negli Stati Uniti una "cattedra Federico II" in modo da favorire gli scambi di docenti tra università campane e quelle americane. E questo per due motivi: il primo risiede nella bassissima presenza di studenti e dottorandi italiani negli Stati Uniti, il secondo nella scarsa conoscenza all'estero del ricco patrimonio culturale, archeologico, storico campano e, più in generale, italiano.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (772 parole)

Ecosia: il motore di ricerca ecocompatibile!
Inserito il 08 gennaio 2010 alle 09:18:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'
Indirizzo sito : Ecosia


ECOSIA
Il motore di ricerca ecocompatibile

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (398 parole)

16 dicembre. " SE IL CLIMA FOSSE UNA BANCA..."!
Inserito il 16 dicembre 2009 alle 12:14:00 da kayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'


" Se clima fosse una banca ...."!
Copenaghen, 16 dic. - Il presidente venezuelano Hugo Chavez durante il suo intervento oggi alla Conferenza Onu sul clima di Copenaghen, si e' mostrato amaramente ironico con i governi capitalisti. "Se il clima fosse una banca, una banca capistalistica, l'avrebbero già salvata", ha detto durante il suo discorso, tra decine e decine di capi di Stato e di governo . Intanto la Conferenza internazionale sul clima si avvia verso i giorni conclusivi.

INFLUENZA A. Molti medici contrari

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - ''L'atteggiamento di alcuni medici che non si vaccinano contro l'influenza A, e che per di piu' sconsigliano la vaccinazione ai propri pazienti non e' assolutamente giustificabile. Anche perche' la situazione ora si e' tranquillizzata ma il virus potrebbe ripresentarsi con l'arrivo del nuovo anno. E dunque e' opportuno non abbassare la guardia e continuare a vaccinarsi. Su questo aspetto spero prevalga la ragione''. Alla sua prima uscita da ministro Ferruccio Fazio non usa mezza termini per bacchettare la categoria, colpevole, secondo lui, di non aver seguito alla lettera le indicazioni del ministero. ''Apparentemente sembra ci siano medici che non si vogliono vaccinare e che sconsigliano la vaccinazione. Una posizione che noi riteniamo ingiustificata'', ha spiegato questa mattina Fazio a margine di un convegno a Roma. E per vederci piu' chiaro e fare il punto della situazione il ministro ha convocato un incontro al ministero, che si dovrebbe svolgere questa sera, con i rappresentanti di categoria. D'altronde gli ultimi dati che arrivano dal ministero sulla copertura vaccinale rasentano il flop. Dall'inizio della campagna infatti sono stati complessivamente somministrate, alle categorie considerate prioritarie per la prima fase della vaccinazione, 689.172 prime dosi, con una copertura vaccinale totale che risulta pari all 8,99%. Un dato certo non esaltante, che raggiunge il 14,64% se si considera solo il personale sanitario e socio sanitario. Ma in generale sembra essere l'intero impianto della campagna vaccinale a non aver funzionato, come dimostrato i dati del numero delle vaccinazioni tra i servizi pubblici essenziali (Forze armate, forze di Publica sicurezza, Vigili del Fuoco, Protezione civile), ferme al 5,07%, o quello dei donatori di sangue periodici, che non arrivano neanche all'1% (0,69%). Al momento, pero', Fazio non vuol ancora parlare di fallimento: ''di fallimento si parlera' quando e' finita la campagna ed in ogni caso se cosi sara' il danno sara' a scapito dei cittadini'', ha spiegato il ministro. Un'interpretazione prova a darla Giacomo Milillo, presidente della Federazione dei medici di Medicina generale:'' Non si puo' criticare la categoria per questi risultati. La bassa copertura vaccinale tra i medici e quella altrettanto bassa delle categorie prioritarie, che non sempre sono conseguenti, sono infatti il risultato di un fenomeno complesso'' che non puo' essere ad appannaggio esclusivo dei medici. ''Detto cio' - aggiunge Milillo - posso dire di condividere le affermazioni del ministro. Credo che un medico che esprime dubbi sul vaccino gia' sfatati dalle autorita' sanitarie lo debba fare sulla base di motivazioni chiare e precise. Il vero problema e' che la vaccinazione non serve tanto a proteggere la singola persona ma la popolazione. Ma forse questo gli italiani non l'hanno ancora capito''.(ANSA).

DOMANI ...il verdetto sul giallo di Garlasco.
IL verdetto sull'omicidio della govane Chiara Poggi e'atteso per domani a vigevano. Il giudice Stefano Vitelli emettera' la sentenza.
Ricordiamo che l'accusa ha chiesto 30 anni di reclusione per i seguenti motivi :l'impossibilita' assoluta che l'imputato Alberto Stasi non si sia sporcato le scarpe di sangue, il ritrovamento del DNA di Chiara con probali tracce ematiche sui pedali della bicicletta di Stasi e la totale assenza di impronte estranee ad Alberto e Chiara nella casa in cui e' stata uccisa.
La difesa invece sostiene che il giovane Stasi laureatosi all'universita' Bocconi proprio durante l'iter giudiziario, sia innocente.perche'sarebbe rimasto nelle stesse ore dell'omicidio a studiare al suo pc.
Noi riporteremo la notizia, confidando comunque nella magistratura. Di certo pero'ce'solo che domani una donna ammazzata forse avra' giustizia. Ma nessun giudice le ridara' la vita.
A.D

16.dicembre COPENAGHEN. CLIMA

In un'intervista pubblicata stamattina sul Financial Times, il segretario generale delle Nazioni unite, Ban Ki-moon, dice che un accordo sul clima potrebbe essere raggiunto a Copenaghen, senza specificare le cifre degli aiuti ai paesi poveri a lungo termine.
Un'ammissione, scrive il Ft, che "potrebbe scatenare la furia dei paesi poveri" e "affondare un potenziale accordo su ampia scala".

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (124 parole)

Greenpeace sale sul Colosseo per chiedere un accordo storico a Copenhagen
Inserito il 09 dicembre 2009 alle 18:32:00 da kayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'

Gli attivisti di Greenpeace sono saliti sul più importante monumento storico di Roma, tra i più conosciuti al mondo, il Colosseo, per chiedere che a Copenhagen venga raggiunto un accordo storico. Si tratta di otto climbers di cui due donne. Hanno aperto uno striscione di 300 metri quadrati con scritto “COPENHAGEN: ACCORDO STORICO ADESSO, MAKE HISTORY NOW!”. Cinquanta volontari stanno intanto componendo con i loro corpi una scritta umana ai piedi del Colosseo, per chiedere impegni ambiziosi e vincolanti per la riduzione dei gas serra.

Commenti : 1 | Leggi la Notizia (123 parole)

Greenpeace: Un campo di resistenza per il clima in Indonesia
Inserito il 13 novembre 2009 alle 16:23:00 da kayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'
Indirizzo sito : Greenpeace


Nel cuore della foresta indonesiana Greenpeace ha inaugurato un Campo di Resistenza per salvare il clima. Gli attivisti rimarranno lì per diverse settimane a monitorare e difendere uno dei più grandi depositi di carbonio del pianeta. Il prossimo 15 novembre partirà per il Campo la campaigner Foreste, Chiara Campione.
I difensori del clima e della foresta sono stati accolti con una cerimonia di benvenuto da più di 200 rappresentanti delle comunità locali della penisola di Kampar, dove sorge il Campo.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (137 parole)

Il 15 ottobre "Global Handwashing Day"
Inserito il 14 ottobre 2009 alle 15:33:00 da kayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'
Indirizzo sito : Globalhandwashingday


Milioni di persone in tutto il mondo sono in attesa di partecipare alla giornata internazionale del "lavaggio delle mani", il Global Handwashing Day del 15 ottobre. Lavarsi le mani è il mezzo più semplice ed efficace per prevenire la trasmissione di virus influenzali di tutti i tipi, compreso il virus H1N1 dell'influenza suina.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (35 parole)

10:10 impegno per la riduzione personale di anidride carbonica entro il 2010
Inserito il 04 settembre 2009 alle 12:38:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'










10:10 impegno per la riduzione personale di anidride carbonica entro il 2010

Dal Regno Unito arriva un'iniziativa davvero importante per l'ambiente e per la lotta ai cambiamenti climatici: ogni cittadino può impegnarsi a ridurre del 10% la propria produzione di anidride carbonica entro il 2010.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (58 parole)

Mattanza di delfini in Giappone: ma non era una specie protetta?
Inserito il 02 settembre 2009 alle 18:16:00 da redazionekayenna. IT - AMBIENTE, SALUTE e SOCIETA'

Mattanza di delfini in Giappone: ma non era una specie protetta?

E' sempre triste vedere come gli uomini non riescano a superare i propri limiti rispetto al mondo animale. Così in questa fine di agosto si torna a parlare della mattanza dei delfini in Giappone. Il motivo: mangiarli (c'è ancora chi ha il coraggio di mangiare un essere tanto intelligente!) e venderli agli acquari di tutto il mondo.

Commenti : 0 | Leggi la Notizia (886 parole)

Archivio notizie
«Indietro
21 maggio 2010
Archivio Notizie  

 
Club Kayenna
 
Utenti: 1132
Ultimo iscritto : s63dau095
Lista iscritti


Quick Chat

Partner

Partner

Eventi
<
Ottobre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 -- -- -- -- --


 
 © Kayenna schegge metropolitane aut.trib.sa. N°981 24/04/1997 dir. M.Guarini 
Based on Asp Nuke project